fbpx

La digitalizzazione e l’utilizzo della realtà virtuale attraverso il virtual tour abbraccia sempre più settori, dall’immobiliare agli eventi online, sino ad arrivare al settore hospitality. Notevoli sono infatti le richieste per hotel, b&b e case vacanza. Ma quali sono i vantaggi che un virtual tour può portare a una struttura alberghiera? Vediamoli insieme.

Virtual tour e alberghi:

La capacità immersiva del virtual tour permetterà ai vacanzieri di passeggiare virtualmente all’interno della struttura, scoprendo le aree comuni e le camere messe a disposizione. Le fotografie, di ottima risoluzione, avranno una resa estremamente realistica e ai clienti sembrerà di essere già vacanza!

Le possibilità sono numerose; poter sbirciare all’interno della sala colazione o ammirare i quadri esposti alla reception, o semplicemente, girare da una stanza all’altra. Un modo per interagire con il posto, prima ancora di visitarlo.

Virtual tour per Airbnb:

Anche per un host airbnb possedere uno spazio virtuale 3D del proprio immobile è fondamentale! Questo tipo di esperienza, unita alla trasparenza e alla modernità, attirerà e fidelizzerà i clienti. Inoltre, sarà possibile condividere il virtual tour attraverso qualsiasi canale social e chat istantanea con i viaggiatori interessati.

Modernità e innovazione sono concetti chiave che si rendono necessari per attirare e fidelizzare i viaggiatori, sempre più affascinati dalla possibilità di esplorare virtualmente un alloggio a 360°gradi. Sono molti gli airbnb che hanno intrapreso questo processo di differenziazione dalla concorrenza, e insieme a DLab, mostrano il proprio immobile tramite virtual tour 3D, unendolo all’interattività e al web marketing per aumentare il posizionamento organico.

Virtual tour in era COVID-19:

Avere la possibilità di visitare una struttura alberghiera, una casa vacanze o un b&b prima di prenotare è fondamentale, soprattutto dopo la pandemia che nel 2020 ha paralizzato il turismo. Nell’ultimo anno infatti, si è verificato un vero e proprio boom dei virtual tour che, con la loro esperienza immersiva, hanno permesso di abbattere le distanze. Nello specifico il virtual tour permette ai clienti di avere un’idea più chiara del luogo dove si andrà ad alloggiare, limitando al minimo la possibilità di contatti. Inoltre, ogni struttura è sanificata secondo le leggi vigenti per garantire la piena sicurezza di tutti.

Le novità di Dlab:


Dlab, giovane startup di servizi digitali
, sfrutta al massimo la tecnica del virtual tour 3D e offre ai suoi clienti una gamma di servizi intuitivi e di facile utilizzo. All’interno del virtual tour 3D, Dlab va ad inserire degli infotag, su cui il cliente potrà cliccare, e visualizzare le informazioni della struttura alberghiera di riferimento. Gli orari del check-in e out, o quelli di accesso alla sala colazione, informazioni sulla storia della struttura e addirittura la possibilità di prenotazione. Tutto ciò sarà a disposizione del cliente con un semplice clic.

Perché usufruire del virtual tour 3D?

Avere sul proprio sito, o condividere attraverso i social con i proprio ospiti, un virtual tour è fondamentale: in primis questa tecnica aumenta notevolmente l’interesse dei clienti rispetto alle tradizionali fotografie. In seconda battuta i contenuti multimediali, proprio per la loro immersione, aumentano quasi del 50% le prenotazioni. Infine, il virtual tour può essere condiviso e visualizzato su qualsiasi devices, garantendo un accesso smart in qualsiasi momento.